Tutti i percorsi - valsusainbici | tracce GPS di percorsi per MTB sui sentieri della val di Susa

Vai ai contenuti

Menu principale:

Tutti i percorsi

Ciclostrada del Diacono Martino
Una ciclostrada lunga 80 km , che passa per le campagne  e la via Francigena, conduce dal castello di Rivoli a Susa e poi a Novalesa ed infine al Moncenisio, al confine con la Francia.Durante la pedalata e si incontra l'Abbazia di Sant'Antonio a Ranverso, un complesso di grande interesse in quanto chiaro esempio dell'architettura medievale piemontese e dell'influenza gotica d'Oltralpe. poi si giunge ad Avigliana, prezioso borgo medievale arrampicato sulla collina e caratterizzato dalla presenza di due laghi. Dal 1980 i laghi di Avigliana sono il simbolo di un'area protetta allo sbocco della Val di Susa e il castello. La zona dei Mareschi è l'area umida più occidentale d'Italia, a nord del Lago Grande. Nei pressi della zona palustre si trovano i monumentali resti della Nobel, la maggiore fabbrica al mondo di esplosivi degli anni '40. Un significativo esempio di architettura industriale.
Si può fare una deviazione verso la Sacra di San Michele, imponente costruzione risalente ad un periodo di poco antecedente l'anno Mille ed il Castello dei Marconcini a Bruzolo.
Giunti a Susa vale la pena tuffarsi nell'atmosfera della capitale della valle: la cittadina è sovrastata dal Castello della contessa Adelaide, fiancheggiato da due torri di origine romana. Interessante anche l'antico Duomo, risalente al 1027. Presenti anche monumenti romani come l'Arco di Augusto e gli archi dell'Acquedotto delle Terme Graziane l'arena romana.
Novalesa, situata nella laterale Val Cenischia, custodisce l'Abbazia omonima risalente al 726 ma profondamente ristrutturata in epoca Barocca. La fine del percorso porta a Moncenisio, il più alto Comune della Val Cenischia in Val Susa, oltre che essere il più piccolo Comune del Piemonte e uno tra i più piccoli d'Italia.
dislivello 1487 metri
Distanza 80,64 km
altitudine da 344 a 1832 metri
dislivello in salita 1840 metri
dislivello in discesa 430 metri
Fai clic sulla miniatura della mappa per visualizzare il tracciato
Bussoleno Borgone
Questo è diciamo un percorso di prova fatto il 3 /11 / 2018 corto e semplice , si parte da Bussoleno e si arriva a Borgone tutto su asfalto passando dalla borgata crotte di Chianocco  sp203 si arriva a Bruzolo poi San Didero e arrivo a inizio paese di Borgone sulla statale 25.
dislivello 61 metri
Distanza 6,40 km
altitudine da 408 a 469 metri
dislivello in salita 31 metri
dislivello in discesa 63 metri
Fai clic sulla miniatura della mappa per visualizzare il tracciato
Da Sant'Antonino a Sant'Ambrogio lungo la via Francigena
Oggi 18 /11/2018 percorriamo la via Francigena da Sant'Antonino a Sant'Ambrogio un percorso asfaltato di 5 Km. tutta in piamo e quindi adatto a tutti, una strada secondaria che fa parte della ciclovia del diacono Martino, e in estate di domenica, è molto frequentata anche a piedi ,quindi consiglio prudenza e velocita ridotta,noi abbiamo interrotto il gps arrivati a Sant'Ambrogio ma volendo si puo continuare passando in paese e poi fare la strada dei Bertassi arrivando fino a Avigliana dietro il lago grande.
dislivello 17  metri
Distanza 5,20 km
altitudine da 374 a 391 metri
dislivello in salita 22 metri
dislivello in discesa 19 metri
Fai clic sulla miniatura della mappa per visualizzare il tracciato

Giro alla Borgata Cresto
Giro fatto diciamo cosi per far girare la mountain bike, partenza da via rocciamelone a Sant'Antonino ci dirigiamo verso via Maisonetta e cominciamo a salire verso Borgata Cresto, arrivati attraversiamo la borgata e raggiungiamo la strada per borgata Folatone, che noi prendiamo a sinistra in discesa verso vaie, però passato lo stagno non proseguiamo per la strada asfaltata ma svoltiamo a sinistra scendendo i gradoni in pietra della stradina del museo di Vaie,raggiungiamo via Roma anche da qui,svoltiamo a sinistra e torniamo a Sant'Antonino al punto di partenza.

dislivello 99 metri
Distanza 4,01 km
altitudine da 375 a 471 metri
dislivello in salita 101 metri
dislivello in discesa 86 metri
Fai clic sulla miniatura della mappa per visualizzare il tracciato
Traversata  da Bussoleno a Coldimosso passando su per borgata Vallone Piccole Tanze.
Lasciamo l'auto davanti al cimitero di Bussoleno e prendiamo strada ravoiretta li vicino,saliamo fino alla Mura, li troviamo la strada asfaltata,la prendiamo svoltando a sinistra e passando sotto a castello Borello raggiungiamo borgata Baroni,svoltiamo a destra e andiamo a borgata Meitre, da li scendiamo fino a incrociare la strada per mattie che prendiamo svoltando a sinistra, ma giunti alle Combe svoltiamo nella poccola Borgata, la attraversiamo e raggiungiamo la mulattiera che sale da santa Petronilla,continiamo diritto per questa mulattiera con poca salita fino alla borgata Vallone Piccole Tanze,qui attraversata la borgata ritroviamo la strada asfaltata di mattie,giriamo su questa a sinistra direzione Susa però oggi siamo piu per fare mountan bike,quindi state molto attenti alla traccia gps, perchè poco dopo aver passato la discarica svolteremo a destra per un sentiero che arriva a Coldimosso passando per Borgata Cattero,

passata Borgata Cattero ( il sentiero era un po più impegnativo causa acqua e rovi ) passare sotto la ferrovia e raggiungere il canale della dora ( siete a Prapuntin ),costeggiarlo e passare sull'altra sponda da un ponte, non il primo con la corda ma il secondo, e dopo 50 mt.attraversando anche una passarella in ferro siete a Coldimosso,ora non resta che tornare alla macchina, consiglio di svoltare a destra e raggiungere la statale attraversando il paese, è meno pericoloso che scendere a sx e poi fare già la statale 24, oltretutto al fondo di Coldimosso con la mountain bike potete passare nella stradina dei campi a lato strada fin quasi al ponte della ferrovia
dislivello 217 metri
Distanza 11,60 km
altitudine da 441 a 658 metri
dislivello in salita 326 metri
dislivello in discesa 293 metri
Tempo di percorrenza 2 ore
Fai clic sulla foto della mappa per visualizzare il tracciato
Guarda le foto del percorso qui :https://photos.app.goo.gl/xWJfxSJNfWqGcBk38
Giro Sant'Antonino Borgone Villarfocchiardo Sant'Antonino
Giro fino a Borgone lungo il canale della dora con ritorno da Villarfocciardo lungo la ciclovia del Diacono Martino.
partenza da Sant'Antonino dalla tabaccheria sulla statale 24 a San Valeriano,prendiamo via abegg,arrivati appena prima del sottopassaggio dell'autostrada giriamo a destra per una strada sterrata che costeggia la dora, arriviamo a una sbarra, la oltrepassiamo e passiamo sotto al canale, che li passa sopraelevato e lo costeggiamo fino a che arriviamo a un ponticello dove passare a destra o sinistra è indifferente ( sempre a Borgone arriviamo ma se optate per la destra non oltrepassate la statale ma tenetevi in via dei gravè dove potrete riprendere la traccia)  arrivati sotto la strada statale ci saliamo sopra e attraversiamo il ponte sulla dora dopodiche svoltiamo in Villarfocchiardo fino al bivio dove svoltiamo a sinistra per la strada provinciale 201, che sarebbe la ciclovia di Martino e la percorriamo con suggestivi paesaggi fino a Sant'Antonino.
dislivello102 metri
Distanza 8,00 km
altitudine da 381 a 483 metri
dislivello in salita 104 metri
dislivello in discesa 108 metri
Fai clic sulla miniatura della mappa per visualizzare il tracciato
Giro sopra Condove
Partenza dal parco del Gravio vicino alla ss.24 saliamo subito lungo il gravio da dentro il parco, fino al ponte e svoltiamo a sinistra in via magnoletto,saliamo alla omonima borgata e ci fermiamo a guardare il presepe prima di ripartire per le borgate successive,si raccomanda di stare sempre sulla strada piu grande e non prendere scorciatoie su mulattiere sporche di foglie e mal tenute,passare borgata Truna,località sette strade e Borgata Alotti, finchè raggiungiamo la strada che sale da Condove che noi prendiamo per il ritorno,passata Mocchie volendo si può prendere qualche scorciatoia tramite mulattiere che sono abbastanza ben percorribili e finiscono tutte a Condove non si puo sbagliare.
dislivello 715 metri
Distanza 9,5 km
altitudine da 247 a 962  metri
dislivello in salita 566 metri
dislivello in discesa 247 metri
guarda e se vuoi scarica il tracciato su Koomot.com
Susa Oulx Cesana
E' la strada statale che - prima della costruzione autostradale - collegava la bassa val di Susa con l'alta valle. Ora è poco frequentata in particolare durante la settimana. Un po' più di traffico c'é al sabato-domenica per risparmiare l'esoso costo autostradale.
La SS24 permette una buona pedalata poichè per quasi tutto il percorso vi è una buona corsia di emergenza che permette alle auto di transitare senza disturbare.
Il ritorno non sarà tutto in discesa e quindi, come si vede sull'altimetria, ha alcuni tratti anche impegnativi............
Vedi il percorso su pisteciclabili.com
Mulattiera dalla Sacra di San Michele a Sant'Ambrogio
- lunghezza 2,90 Km;
- dislivello 510 metri (tutti in discesa);
Questo percorso lo affrontiamo solo in discesa poichè in salita è molto ripido, quindi consigliamo di arrivare al punto di partenza salendo dalla comoda strada asfaltata che sale da Avigliana o da Giaveno.
Descrizione
La si puo' affrontare partendo dal piazzale-parcheggio sul colle della Croce Nera (qui c'e' anche un ristorante che funge da posto tappa del "Sentiero dei Franchi") oppure, come nel ns. caso, salendo per la stradina di accesso all'Abbazia, poco prima di raggiungere i resti dell'antica chiesa dedicata a S. Stefano, nota anche come Sepolcro dei Monaci, in quanto la zona circostante sarebbe stata utilizzata in passato come cimitero. In entrambi i casi, un vistoso cartello in legno con la scritta "Antica mulattiera" ne segnala il punto d'inizio. Si consiglia di effettuarla a tarda primavera/estate e lontano da piogge recenti, in quando le pietre presenti sul fondo, in presenza di umidita', diventano scivolose e quindi insidiose. Raccomandata questa discesa a biker esperti e con almeno una front-suspended visto che il mezzo e' sottoposto a notevoli sollecitazioni. Se cercate di evitare in qualche maniera le pietre, stando ai bordi, fate attenzione alle spine dei rovi: lasciano il segno.
Ricordadoci al primo bivio di tenere la sinistra (0,20 Km), si transita presto tra le case di S. Pietro. Passati dinnanzi alla cappella dedicata alla Madonna di Fatima, si affronta uno stretto passaggio caratterizzato dalla presenza di alcuni gradini. Giunti su uno slargo a lato della strada asfaltata proveniente da Avigliana, ritroviamo, a lato del monumento posto in occasione dell'ultimo Giubileo, nuovamente la mulattiera. Seguono numerosi tornanti presso i quali, oltre a due fontane, troviamo anche alcuni tavoli e panche in legno. Sul versante opposto si noti la Torre del Colle, eretta dalla famiglia Provana a scopo di segnalazione e difesa. Terminata la mulattiera (2,90), si transita a breve davanti alla cappella della Confraternita di S. Rocco raggiungendo il muro posteriore della Parrocchiale dedicata a S. Giovanni Vincenzo e firmata dall'ingegnere Bernardo Vittone (3,01).

Giro ad anello sopra Caprie
Partenza da Caprie e salita fino alla borgata più alta che è Campanardo, da li si inizia a scendere prima a celle,poi ancora discesa sempre su asfalto fino a Montecomposto di Rubiana da li prendiamo una strada sterrata che ci porta a borgata Sala dove si doveva prendere un sentiero che doveva arrivare a Caprie, ma non esiste più,allora abbiamo optato per un altro sentiero che si trova nella parte inferiore della Borgata sala, è una vecchia mulattiera stretta e ripida però pulita, che ci ha fatti giungere a un altra borgata appena sopra Novaretto con già la strada asfaltata, che abbiamo percorso per tornare all auto lasciata a Caprie.
Pista tagliafuoco di Almese
Partenza da Rivera di Almese e subito saliamo a prendere via tagliafuoco, una strada sterrata piacevole da fare in inverno in quanto esposta  al sole e con un panorama fantastico sulla bassa valle di Susa, salita all'inizio ma con un dislivello di appena cento metri poi tutta pianeggiante e discesa prima di Caselette,il ritorno lo vedete nel tracciato è stato fatto sulla stessa strada ( troppo bello )  ma volendo arrivati a Caselette si può tornare in pianura dalla strada sottostante asfaltata che passa da Milanere e Rivera partendo da borgata Grangiotto, e volendo si può fare il giro al contrario.
per vedere la traccia e i dati fai clic sulla foto del percorso
Guarda le foto qui:
Giro Sant'Antonino Bruzolo borgata leitera e ritorno
Giro di un paio di ore ( con ebike ) con partenza da Sant'Antonino sotto l'autostrada prendiamo la strada sterrata che fiancheggia la dora e andiamo fino alla chiesa di Bruzolo dove prendiamo la strada sempre asfaltata fino a Leitera superiore, dove per tornare se siete in mountain bike potete già prendere la mulattiera che scende prima a Leitera inferiore e poi a San Didero.
Percorso consigliato in primavera autunno e inverno,in estate un po troppo esposto al sole.
dislivello 441 metri
Distanza 17,84 km
altitudine da 334 a 775 metri
dislivello in salita 442 metri
dislivello in discesa 390 metri
Fai clic sulla miniatura della mappa per visualizzare il tracciato
Santuario Madonna della Bassa
Partenza da Villardora e poco oltre Rubiana facciamo una deviazione verso  le borgate Acquarossa e Bertolo,dove prendiamo la strada sterrata che conduce al Santuario della bassa,dopo una sosta proseguiamo, e passato il monumento agli Alpini iniziamo la discesa verso Almese,un giro ad anello semplice ma con salita molto ripida negli ultimi km della salita,e sterrato con pietre nel primo tratto in discesa,la traccia è per mountain bike chi vuole puo salire anche con bici da strada però il ritorno lo deve fare per la stessa strada di arrivo poichè la parte di strada verso Almese è troppo rovinata dalle piogge.  
dislivello 870 metri
Distanza 19,5 km
altitudine da 400 a 1220 metri
dislivello in salita 810 metri
dislivello in discesa 435 metri
guarda le foto e se vuoi scarica il tracciato su Koomot.com al seguente link
Oulx - Cotolivier -Croce di San Giuseppe - Beaulard
Partenza da Oulx,prendiamo via Cotolivier e la percorriamo fino a raggiungere la cappella del Cotolivier che da Oulx è distante 11 km,quindi a 7 km. orari ci impiegheremo circa un'ora e trenta minuti.
Raggiunto il Cotolivier possiamo fare una pausa pranzo, e una volta riposati sciegliere di salire ancora fino alla croce di San Giuseppe che sono altri 5 km e impiegheremo una altra ora,per il ritorno poichè non mi piace tornare dalla stessa strada di andata ho optato per una deviazione a sinistra, per un sentiero che ci porterà a Boulard.
dislivello 1260 metri
Distanza 27 km 80% sterrato 20 % asfalto
altitudine da 1080 a 2340 metri
dislivello in salita 1380 metri
dislivello in discesa 1290 metri
guarda le foto qui e se vuoi scarica il tracciato su Koomot.com cliccando sulla foto della mappa.
Il sentiero ritrovato
Il sentiero ritrovato è un percorso mountain bike in Valle di Susa che va dalla dalla borgata Bennale  fino alla Chiusa di san Michele, un tracciato “veloce” ma interessante da percorrere anche quando si hanno poche ore a disposizione o nella stagione invernale.
La borgata Bennale di Chiusa San Michele,potete raggiungerla dalla strada sterrata del Colle Braida che porta alla borgata Folatone che porta alla medesima località.
Questo tracciato si chiama ritrovato poichè è stato pulito ed in alcuni punti ripristinato il percorso da parte di Biketrack, nell’inverno 2015/16  in accordo con il Comune di Chiusa San Michele, è un  sentiero,che possiede alcuni passaggi tecnici, ma mai estremi o particolarmente complessi che nell’insieme ne rendono la discesa divertente e scorrevole, per circa l’ottanta per cento è in terra, l’ultima tratta invece è su mulattiera di lastricato, insidiosa con umidità e pioggia.
Clicca sulla foto della cartina per scaricare la traccia GPS del percorso.
Video su you Tube   https://youtu.be/xLOS7H_I-jA

Giro sopra il lago piccolo di Avigliana
Giro corto di 5,5 km fattibile con mountain bike in una mezzoretta appena, e dislivello di appena 120 mt.con partenza dal posteggio del lago piccolo di Avigliana,prendiamo la strada sterrata che sale alla borgata Cordero da li svoltiamo a sinistra e andiamo fino a San Bernardino di Trana dove saliamo sulla strada per Giaveno ma svoltiamo di nuovo subito a destra sul sentiero che porta a tre confini dove arrivati all incrocio dei sentieri, invece di proseguire per Borgata Battagliotti svoltiamo per il sentiero che torna a Cordero e a dove siamo partiti,se si vuole fare il giro piu lungo salire a Giaveno,oppure andare a Bt.Battagliotti e poi giu ai laghi dalla strada asfaltata.
Fai clic sulla mappa per visualizzarla su Komoot dove puoi anche scaricare il tracciato
Bruzolo cappella di Santa Brigida e Madonna della neve dal sentiero Seinera
Oggi vi faccio vedere delle bellissime foto di un posto poco frequentato dagli amanti della MTB,anche io non conoscevo quei posti sopra Bruzolo,ma devo dire
che vale la pena pedalare anche su quel sentiero, che dalla Borgata Meisonardi va prima alla Comba con la strada sterrata ma grande, (quindi al bivio prendere a destra
e non seguire la mia traccia perche altrimenti si fa in salita il single trak ) e troveremo di fronte a noi la Cappella
di Santa Brigida,poi dalla Comba è single trak fino alla Cappella della Madonna della Neve,li ci sarà da scendere un bel po di scalini ma poi è di nuovo
strada larga fino a Combette dove si scende fino al rio, e si nota un vecchio mulino abbandonato,da li volendo si va a pavaglione,altrimenti andare a Chiotetti e infine Bruzolo.
dislivello 430 metri
Distanza 13,7 km
altitudine da 430 a 1070 metri
dislivello in salita 670 metri
dislivello in discesa 600 metri
Fai clic sulla miniatura della mappa per visualizzare e eventualmente scaricare il tracciato su Komood

video su you tube di questo percorso senza però la discesa alla cascata . https://youtu.be/hafVmvmMt5w




Madonna dei prati da Pavaglione al mulè.
Giro corto di 13 km fattibile con mountain bike in 2/3 ore, e dislivello di 740 mt.con partenza dal posteggio del carrefour in frazione Vernetto di Chianocco ma volendo si puo partire dalla piazza del municipio di Chianocco.
Scaricata la mtb dall'auto andiamo prima a Chianocco dove passiamo il ponte a destra e saliamo a pavaglione,appena arrivati all'inizio del paese svoltiamo subito a sinistra per il sentiero del leccio e al prossimo incrocio a destra e dopo 50 metri arriviamo alla chiesa abbandonata e in rovina della Madonna dei prati,forse si chiama cosi perche intorno erano tutti prati,ora resta solo davanti nella parte dietro son cresciuti gli alberi e pure dentro la chiesa.
proseguendo si arriva al vecchio mulino accanto al torrente prebech che oltrepassiamo e saliamo alla borgata Mulè dove dietro la Borgata la natura si è sbizzarrita a dare quelle forme spettacolari alle rocce.
Dal Mulè scendiamo un pezzo di sentiero e poi dalla carrozzabile torniamo a Chianocco e al punto di partenza.
Fai clic sulla mappa per visualizzarla su Komoot dove puoi anche scaricare il tracciato e vedere le foto scattate durante il percorso.
Guarda anche il video su youtube  : https://youtu.be/Nn7w0BPRik4

Bruzolo Condove dal sentiero della resistenza
Partenza da Bruzolo e salita fin sopra la frazione Bigiardi dove prendendo il sentiero della resistenza raggiungiamo Maffiotto poi Prarotto da dove prendiamo il sentiero dietro la chiesa e raggiungiamo Frassinere e da lì Magnoletto e Condove.
dislivello 1 metri
Distanza 22 km
altitudine da 440 a 1480 metri
dislivello in salita 1160 metri
dislivello in discesa 1300 metri
Trovi la traccia GPS del percorso sul mio profilo Komoot : https://www.komoot.com/tour/t59694752?ref=atd
video del percorso sul canale youtube valsusainbici https://youtu.be/6RxPLsQqO-4
Segui anche il gruppo Facebook  @valsusainbici


CONTATTI
Per informazioni scrivici a info@valsusainbici.it
per inviarci il file GPS e eventuali foto del
percorso puoi usare la mail o usare Facebook
inviando direttamente al gruppo @valsusainbici
N.B: inviando materiale a valsusainbici
acconsenti alla loro pubblicazione.
STORY
Valsusa in bici vuole far conoscere i numerosi  itinerari possibili in
val di Susa fattibili con bici da strada o mountan bike,
siamo inoltre un sito di condivisione dei percosi tracciati con il GPS
anche tu puoi inviarci una traccia
aiutandoci a mappare i percorsi della valle.
Seguici anche su
Torna ai contenuti | Torna al menu